Pubblicato 15 Nov 2017

Aggiornato 06 Apr 2018

Sindaci indipendentisti in viaggio Bruxelles ora indagati per sperpero di denaro pubblico

Condividi
I 200 sindaci indipendentisti che sono stati recentemente a Bruxelles per sostenere il fuggitivo Carles Puigdemont, ex presidente della regione rifugiatosi tra gli amici nazionalisti (nazi) delle Fiandre, ora sono indagati perché hanno pagato quel viaggio, effettuato con aereo privato, con denaro pubblico.

L’indipendenza della Catalogna costa cara ed a pagare sono sempre gli stessi, i contribuenti. Gli indipendentisti sanno benissimo che, davanti ad una accusa mossa da un giudice, basterà loro gridare ”Spagna fascista” oppure ‘‘siamo perseguitati politici” per uscirne fuori ”puliti”.

I duecento piccoli sindaci dei piccoli villaggi indipendentisti catalani, sono stati denunciati per malversazione di denaro pubblico.

Per molti di loro era quello il primo viaggio fuori dalla Spagna, nella maggior parte dei casi, il primo viaggio fuori dalla regione. I sindaci, che nelle foto apparivano entusiasti di prendere l’aereo, hanno pensato bene di utilizzare le casse comunali per affittare l’aereo privato e partire così tutti insieme per il Belgio dove, ad attenderli, c’era il Mosè dell’indipendentismo, Carles Puigdemont. Hanno anche affittato una sala conferenze, sempre con denaro pubblico, per fare in modo che il loro beniamino potesse fare un bel discorso carico di parole senza senso.

A suscitare particolare polemica fu un video girato dall’allegra comitiva di sindaci indipendentisti dove la signora Meritxell Budó, sindaco di La Garriga (14 mila abitanti), affermava: “credo che questo sia un evento istituzionale, sono in veste di sindaco e quindi paga il mio comune”, peccato che, quando i cittadini di La Garriga hanno visto il video si sono arrabbiati così tanto ed hanno protestato, anche perché Carles Puigdemont non è più presidente della regione e l’evento non era quindi istituzionale.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *