Pubblicato 13 Ott 2017

Aggiornato 08 Apr 2018

In Catalogna l’abcdiario dell’indipendenza

Condividi

 

La competenza educativa in Catalogna è della regione, ed i  politici catalani l’autonomia è sfuggita di mano da parecchio tempo, ormai la scuola è puro addottrinamento, il luogo dove si forgiano i nuovi elettori, i nuovi indipendentisti, coloro che avranno il compito di continuare a manifestare per l’indipendenza tra 30 anni.

L’Abcdiario per i bambini catalani è tutto impregnato di indipendenza e di Spagna cattiva.

La lettera A sta per Assemblea Nacional Catalana (l’associazione indipendentista di cui Carmen Forcadell, attuale presidente del parlamento regionale catalano, era presidente).La lettera B sta per Burro Català, l’asino che è ”simbolo nazionale” della Catalogna, da contrapporsi al toro spagnolo. La lettera C sta per Consulta, cioè il Referendum, lo strumento del popolo, la lettera D sta per Dret a decidir, cioè il ”diritto di decidere” di staccarsi dalla Spagna, la lettera E sta per Estelada, la bandiera indipendentista. la lettera I sta per Independència, ovviamente, la U per Urna, la S per Sì con l’illustrazione di una votare al referendum, la M per Manifestazione con tanto di bandiera indipendentista e via dicendo.

Puigdemont in diretta mondiale ha pure il coraggio di dire che la Spagna è uno stato che opprime la Catalogna. In Catalogna fanno come vogliono, su tutta la linea.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *