Pubblicato 24 Set 2017

Aggiornato 08 Apr 2018

Il 61% dei catalani considera il referendum del 1 ottobre non valido

Condividi

elPais.com scrive che quasi due terzi della popolazione della regione catalana, pari al 61%, pensa che il risultato del referendum indipendentista del 1 ottobre 2017 non potrà essere considerato valido.

Il risultato di un sondaggio che il quotidiano spagnolo ha richiesto all’agenzia Metroscopia, svoltosi da lunedì 18 settembre a giovedì 22 boccia il referendum indipendentista del 1 ottobre 2017.

Altro dato significativo è l’aumento dei contrari al referendum,  attualmente,  il 52% della popolazione catalana, di conseguenza i favorevoli al referendum sono diminuiti dal 41% di quindici giorni fa al 39% di oggi.


Il nostro commento:

C’è da dire che qui molti qui in Catalogna vorrebbero un referendum per risolvere la questione definitivamente, ma molti vorrebbero che a votare fossero tutti gli spagnoli. Di questa opinione sono anche molti personaggi noti catalani. In generale, viviamo un’epoca in cui votare ai referendum è diventato lo sport di chi sostiene di essere democratico.

Il referendum è uno strumento di democrazia diretta, in alcuni casi è stato utilizzato bene (in Italia legge sul divorzio, sull’aborto) ed in altri molto male (vedi Brexit), il problema catalano non si risolverà mai con una semplice votazione. L’autonomia di cui gode la Catalogna è vasta, è una regione che, purtroppo come capita spesso in questo momento politico anche altrove, è ostaggio del populismo, dei discorsi facili che urlano cifre inventate ed alimentano frustrazione e vittimismo. Oltretutto, a noi è capitato spesso di notare che i catalani indipendentisti non abbiano idea che la vita è dura, altrove anche più che in Catalogna.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *