Pubblicato 27 Ago 2017

Aggiornato 06 Apr 2018

Editoriale de El Pais: “Il fanatismo ha rotto l’unità”

Condividi
Manifestazione Barcelona – Foto ElPais.com

Editoriale de elPais.com: la grande manifestazione di Barcellona per contrastare il terrorismo ha visto una partecipazione grandissima della società civile che si è riunita pacificamente per ricordare le vittime degli attentati del 17 agosto 2017, parallelamente, un gruppo minore ma bene organizzato, forse con alle spalle le istituzioni catalane, ha voluto sfruttare la manifestazione pacifica per ottenere visibilità politica.

El Pais scrive  che non è solo un peccato che una circostanza così toccante sia stata trasformata in una marcia per l’indipendenza, mette anche in luce quanto la causa separatista sia degenerata fino a giungere al fanatismo più folle. I fischi al Re Felipe VI ed al Presidente Mariano Rajoy sono un’ulteriore conferma del falso vittimismo degli indipendentisti. Le bandiere esteladas (bandiere indipendentiste) strategicamente posizionate dietro il Capo dello Stato (il Re) ed il Presidente del Governo, dimostrano la volontà, ben calcolata ed orchestrata per distogliere l’attenzione dal tema della manifestazione e spostarlo sul piano politico.

El Pais scrive che coloro che hanno cercato di offuscare la manifestazione sono solo un gruppo di radicali, sfortunatamente non così piccolo come la classe politica vuol farci credere. In ogni caso, per quanto piccolo sia quel gruppo, può contare il pieno appoggio della Generalitat, che fino alla fine legittima determinate posizioni. El Pais sostiene che sia importante tagliare questo legame, e fare in modo che le forze moderate si smarchino dagli intolleranti e si torni ad una politica sana, dove si mettano in primo piano il rispetto della legge e delle idee. El Pais scrive poi che è stato imbarazzante guardare le immagini delle televisioni, ad esempio quando i manifestanti con le bandiere indipendentiste acclamando Pablo Iglesias hanno impedito ai rappresentati degli altri partiti di esprimersi.

El Pais sostiene che nella manifestazione di sabato non è stato espresso solo il dolore, ma anche la necessità di un azione unitaria, così El Pais si rivolge alle autorità politiche affinché queste trasformino questo bisogno in azioni efficaci, come la riforma del codice penale e la persecuzione di nuovi profili di terroristi jhiadisti.

El Pais conclude l’editoriale scrivendo che i grandi partiti nazionali spagnoli hanno dimostrato di non cedere alla strumentalizzazione della manifestazione, e che se qualcosa di positivo è possibile estrapolare dalla manifestazione di ieri è che nella democrazia spagnola c’è spazio per tutti, che tutti rientrano nello Stato di Diritto che lotta contro il terrorismo.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *