Pubblicato 24 Ago 2017

Aggiornato 06 Apr 2018

Mossos d’esquadra ammettono di avere ricevuto una comunicazione non ufficiale sul conto dell’Imam di Ripoll

Condividi

elPeriodico.com scrive oggi che voci della Conselleria de Interior de la Generalitat ammettono che la polizia regionale catalana, Mossos d’Esquadra, ha ricevuto una comunicazione non ufficiale, proveniente dalle autorità del Belgio, sul conto dell’Imam di Ripoll Abdelbaki Es Satty, e si limitarono a rispondere che non avevano dati.

Sempre elPeriodico.com scrive che all’inizio la Conselleria de Interiori (equivalente del nostro assessorato regionale) aveva negato di avere ricevuto una comunicazione.

Ora emerge che la polizia belga, più di un anno e mezzo fa, avrebbe inviato una mail alla polizia catalana, più precisamente al Comisaria General de Informacion los Mossos d’Esquadra, mail alla quale la polizia catalana avrebbe risposto che non avevano nessuna informazione su Es Satty.

Nel frattempo, nella comunità autonoma catalana sono pronte le medaglie d’oro per los Mossos d’Esquadra che il Governo regionale catalano ha concesso alla polizia locale per il lavoro svolto durante gli attenti di Barcellona e Cambrils. La cerimonia si svolgerà il 10 settembre, scrive lavanguardia.com


Noi pensiamo che un poco di autocritica ogni tanto non guasterebbe, specialmente guardando la gestione complessiva della crisi terroristica. Invece, la malcelata strumentalizzazione della vicenda mette in luce i limiti di un’amministrazione regionale che aspira a conquistare il mondo.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *