Pubblicato 21 Ago 2017

Aggiornato 22 Ago 2017

Il killer dell’attentato di Barcellona è stato ucciso da los Mossos d’Esquadra

Condividi

Oggi los Mossos d’Esquadra hanno ucciso il ragazzo divenuto assassino che il pomeriggio del giovedì 17 agosto ha travolto i passanti su La Rambla di Barcellona. Il killer si trovava a 50 km da Barcellona.

Nel frattempo su Twitter e Facebook inizia a circolare l’hashtag #Nivel5ya, cioè “Livello 5, Ora”, in molti chiedono al Governo spagnolo di alzare il livello d’allerta a 5 per vedere così l’esercito in strada, mentre altre persone dicono che non c’è bisogno poiché neanche per l’attentato di Madrid (11 Marzo 2004) dove morirono 192 persone,  il livello d’allerta arrivò al 5.

Bisogna comunque dire che il killer di Barcellona ucciso oggi, ha trascorso i 3 giorni seguenti l’attentato nascondendosi, non sappiamo dove, molto probabilmente in casa di amici che lo hanno aiutato e protetto, ecco, il livello d’allerta resta comunque alto anche per questi motivi. Il Governo spagnolo, a nostro avviso, sbaglia a non alzare il livello d’allerta se il motivo è semplicemente quello di non infastidire il governo indipendentista catalano, in strada e su twitter molti cittadini della Catalogna chiedono il livello 5. Mentre la Generalitat e l’Ayutamiento (Municipio) pare non metteranno i dissuasori sulle strade di Barcellona, sempre perché eseguire gli ordini della Spagna è un disonore, anche se a farne le spese sono le persone, i cittadini, i turisti.

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *