Pubblicato 20 Lug 2017

Aggiornato 06 Apr 2018

Il comune di Batea (Tarragona) vuole abbandonare la Catalogna e passare all’Aragona

Condividi

Il comune di Batea, in provincia di Tarragona, vuole abbandonare la Catalogna per annettersi all’Aragona, il sindaco di Batea, Joaquim Paladella (Unió Per la Terra Alta, UPTA-PM), spiega che la Generalitat della Catalogna sminuisce i 2.000 abitanti di Batea che intendono quindi diventare un comune aragonese.

Lo stesso sindaco, che ha ammesso di aver votato per l’indipendenza in occasione del referendum consultivo (illegale) svoltosi il 9 novembre 2014, oggi afferma di non sapere ancora cosa farà in occasione del referendum del 1 ottobre 2017.

Il comune di Batea lamenta discriminazioni, parlano ad esempio di una casa di cura per anziani che non è mai stata aperta per volere della Generalitat della Catalogna che non sostiene l’investimento mentre il comune deve accettare un parco eolico imposto dalla regione.

 

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *