Pubblicato 12 Giu 2017

Aggiornato 12 Giu 2017

Pep Guardiola l’indipendente.

Condividi
Guardiola-Qatar.jpg
Pep Guardiola insieme ad alcuni suoi amici

L’ipocrisia di Pep Guardiola durante la manifestazione separatista a Montjuich viene fuori guardando un curriculum dell’ex allenatore del Barcelona (Squadra che fino allo scorso campionato era sponsorizzata dal Qatar). Da 12 anni Guardiola ha rapporti con il Qatar: giocò nel Al-Ahli del Qatar e guadagnò molto denaro, fu tra coloro che sostennero l’idea di giocare il Mondiale di Calcio proprio in Qatar e molto merito andrà a lui quando, nel 2022, si giocheranno i mondiali di calcio in Qatar. Tutto questo lo dice l’independent.co.uk.

Adesso viene fuori la storia che forse il Qatar finanzia i terroristi dell’Isis e per tali motivi molte nazioni hanno deciso di troncare le relazioni con questo paese. Ma, secondo Pep Guardiola, il Qatar va benissimo, mentre la Spagna è uno ”Stato Autoritario”, Guardiola, durante la manifestazione per il referendum, ha detto che i catalani sono vittime di uno Stato che ha messo in atto una persecuzione politica, che lo stato autoritario spagnolo deve scontrarsi con la voce della democrazia catalana, parlando addirittura di democrazia sequestrata da parte del tiranno Stato Spagnolo.

Nel frattempo, la sorella di Pep Guardiola, Francesca Guardiola è nominata dal Governo regionale della Catalogna ambasciatrice catalana nei paesi nordici, con il compito di sensibilizzare i paesi del nord-europa circa la questione dell’indipendenza catalana.

 

 

 

 

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *